Egli dji Spark un drone selfie?

Il mercato UAV è in crescita. Oggi l’azienda è il più efficace è DJI. Con la gamma Phantom e Mavic Pro, che ha avuto successo, e lei spera di continuare con la sua nuova Spark drone DJI.

Apparso poche settimane di voci, il DJI Spark è pubblicizzato come un drone più economico rispetto ai suoi predecessori. Un prezzo di circa € 500 sarebbe logico e sarebbe posto in un confronto frontale con i droni gamma inseriti come Yuneec Breeze 4K.

Questo segmento di mercato è l’ultimo non deve essere sfruttata dal gigante cinese e senza dubbio che l’investimento della Spark si riflette per conquistare un nuovo tipo di cliente.

Quando sarà venuto fuori?

DJI ha fatto un annuncio e farà una conferenza stampa il 24 maggio, non c’è dubbio che la Spark sarà disponibile in quel momento. Un drone 4K con DJI Application a basso costo, sarà possibile acquistare in Italia? Una realtà da sogno presto

Confronto Penna 3D

Si sarebbe potuto pensare che un giorno ci sarebbe mercato un pennarello in tre dimensioni? Beh, è ​​ora una realtà. Questo strumento di miracolo è stato infine creato per consentire di disegnare oggetti 3D. Sì, Penna 3D è qui!

Molti modelli penne 3D sul mercato. In modo da scegliere secondo i vostri gusti e le vostre aspirazioni. Basta essere molto attenti perché alcuni modelli sono più complicati e ci sono molti falsi. La scelta dipenderà anche il budget a causa della diversità dei modelli, i prezzi variano anche ampiamente. Infatti, il prezzo di una penna 3D può variare da 30 a oltre 100 euro a seconda se un modello di base o un modello con caratteristiche altamente superiori.

La sicurezza è fondamentale nella scelta del vostro Penna 3D. I vostri figli devono essere in grado di utilizzare senza dover temere alcun incidente. Non importa se si tratta di un modello di business, che deve essere ben progettato e non metterà a repentaglio la pace della mente.

Tuttavia, penne 3D appartengono a un piccolo mercato che si sta espandendo. Non vale la pena di andare il ritrovamento nei negozi tradizionali, perché si rischia di tornare a mani vuote. Così, piuttosto si prende la linea, perché è il luogo dove è possibile ottenere la penna 3D. Inoltre, potrete godere di molti vantaggi al vostro acquisto come penne 3D disponibili on-line sono più convenienti grazie alle offerte e sconti che queste piattaforme offrono a voi continuamente.

Con la penna 3D in modo che sia un nuovo mondo si apre a voi, dovendo limitare la vostra immaginazione. Devi quindi molte possibili applicazioni, che, in aggiunta, sarà straordinario. Con la penna in 3D, in modo da poter creare giocattoli, decorazioni, regali, opere d’arte e molte altre cose.

Creare è diventato molto più facile grazie al 3D Penna. Ora basta pensare ad un disegno, allora si crea! Ha poi materializzarsi rapidamente davanti ai vostri occhi e si può toccare, muoversi come se si dovesse acquistare in negozio!

DJI Mavic Pro vs GoPro Karma

Le ultime settimane hanno visto diverse importanti novità affacciarsi al mercato dei droni per uso amatoriale. DJI (il leader di mercato) e GoPro (la new entry) hanno entrambi presentato i loro nuovi prodotti che dovrebbero dominare il settore.

Un drone per il mercato di massa? Semplice e pieghevole

I due produttori hanno fatto lo stesso ragionamento. I droni attuali sono ottimi, ma presentano un grosso inconveniente: trasportarli è complicato. Il Phantom 4, modello più venduto di DJI, è capace di realizzare magnifiche immagini ed è semplice da pilotare. Però occupa parecchio spazio e per utilizzarlo è necessaria un bel po’ di preparazione.

È per questo che il marchio ha lanciato il DJI Mavic Pro, che riprende le caratteristiche principali del Phantom 4, in una forma molto più compatta. Qualche giorno prima, GoPro aveva presentato il suo primo drone, il Karma, che ha scommesso sulla stessa idea. Il produttore americano si spinge ancora più in là con un GoPro in grado di filmare, che è possibile smontare per utilizzarlo su altri supporti, come un gimbal per stabilizzare l’immagine.

I due droni offrono entrambi anche funzioni di pilotaggio automatiche per una maggiore semplicità di utilizzo. I prezzi dei due modelli sono del tutto paragonabili (tra 1199€ e 1399€) e non c’è dubbio che gli appassionati di droni ne saranno attratti. Contemporaneamente, il marchio francese Parrot appare in difficoltà nel proporre un modello analogo su questo mercato e preferisce concentrarsi sul mercato professionale.

GoPro delude, DJI guadagna terreno

Dal lancio di questi due prodotti, il loro destino è stato molto diverso. Da un lato, DJI a conosciuto un successo colossale, non riuscendo a rispettare i tempi di consegna a causa delle numerose richieste. Del modello di GoPro sono stati venduti soltanto 2500 pezzi nel corso delle prime settimane dall’uscita sul mercato. Ancora peggio, alcuni Karma hanno smesso di funzionare in volo e GoPro è stata costretta a richiamare tutti i propri droni.

Il marchio ha annunciato che il (ri)lancio del Karma avrà luogo nelle prossime settimane. Nello stesso periodo, i team di DJI continuano a raffinare il loro software e preparano nuovi prodotti, come il Phantom 4 Pro e l’Inspire 2.